Faedo

Sulla sponda sinistra della valle, in posizione sopraelevata, il paese di Faedo domina la valle da un punto strategico, che permette di scorgere la valle dell’Adige nella sua interezza da nord a sud. Il castello di Monreale (o Königsberg), poco distante dall’abitato, rimane quale testimonianza del potere germanico che da qui controllava la valle sottostante.
Il piccolo borgo di stampo medioevale presenta case molto raccolte, in un’antica ricerca di reciproca difesa, che rende le sue viuzze molto suggestive. Anche l’origine del paese è suggestiva: la sua nascita si ricollega infatti agli insediamenti dei minatori (canopi) che per diversi secoli hanno lavorato nelle viscere delle montagne circostanti il paese, di cui ancora oggi permangono numerose testimonianze.
Una caratteristica all’entrata del paese sono le due chiese con i rispettivi campanili: quella dedicata al SS. Redentore è del 1900, mentre la più antica, recentemente restaurata, risale ai primi del 1200 ed è dedicata a S. Agata.
Oggi Faedo si distingue per la bellezza del paesaggio collinare che confina con i boschi rigogliosi, e per la cura tutta particolare dedicata alla coltivazione della vite, che arricchisce il verde dei vigneti con le sfumature rosse delle rose.

www.comune.faedo.tn.it

Comune-di-Faedo