San Michele all'Adige

Il fiume Adige è elemento fondamentale di questo paese, che ha assunto un ruolo importante per la crescita culturale ed economica di tutta la Piana Rotaliana. 
San Michele all'Adige era luogo di sosta per i numerosi viandanti che passavano per la Piana Rotaliana: quello che rimane oggi di quel traffico è l’antico complesso dell'Albergo Aquila Nera, ricordato già nel xv secolo, dove, tra gli altri, fecero sosta gli ambasciatori veneziani diretti alla corte di Federico III (1492).  
La candida facciata della chiesa barocca, inserita negli edifici del vecchio monastero agostiniano, è ciò che cattura l'occhio di chi arriva a S.Michele sia da nord che da sud. Il complesso monumentale della chiesa di S. Michele Arcangelo, è uno dei più significativi esempi di arte barocca della regione. A fianco del complesso si trova l’ Istituto agrario di San Michele - Fondazione Edmund Mach, centro di eccellenza per la ricerca, la formazione e la divulgazione della viticoltura. Vicino a questo sorge un altro centro di eccellenza, il Museo degli Usi e Costumi della Gente Trentina, esempio unico di raccolta di testimonianze della cultura popolare locale. 
Unita all'indiscussa risonanza enologica internazionale dell'Istituto Agrario, troviamo anche l'Istituto per la Tecnologia del legno facente capo al CNR e oggi aggregato nell'Invalsa dove si sperimentano le più sofisticate tecnologie per l'utilizzo e la lavorazione dei legni.

www.comune.sanmichelealladige.tn.it

Comune-di-San-Michele-all-Adige

Documenti di approfondimento