Chiesa di Sant’Agata

Autentico gioiello di architettura gotico-romanica

Faedo

La piccola chiesa di Sant’Agata è un autentico gioiello di architettura gotico-romanica. La struttura medievale, arricchita da elementi romanici, ed il meraviglioso panorama che si gode dal sagrato, la rendono speciale.

CHIESA DI SANT'AGATA

Benché consacrata tra il 1360 e il 1370, si trovano tracce di questa chiesa già in alcuni documenti del 1145. L’assetto attuale è gotico con elementi romanici, mentre rinascimentale è l’elegante portico retto da due colonne di pietra calcarea. Il campanile presenta su un lato un affresco, oggi molto deteriorato, che rappresenta San Cristoforo, e bifore tardo romaniche.
L’interno è veramente interessante: si comincia con la volta a costoloni gotici, che formano un elegante reticolato, con inserti nei punti in cui si formano le chiavi. Qui vi sono nove scudi dipinti con insegne dei duchi d’Austria, conti del Tirolo, vescovi di Trento e alcuni dei capitani del castello Königsberg. Il pulpito in legno dipinto è settecentesco, così come l’altare maggiore barocco in legno scolpito e dorato. Singolarissima la soluzione dell’alta colonna cilindrica che regge la parte pensile del campanile, che è inserito nella facciata della chiesa. Da notare sulla parete sinistra gli affreschi raffiguranti le storie della passione di Cristo, disposte su due registri.

Appunti in evidenza

Apertura: tutti i giorni dalle 7 alle 19

Bibliografia: Giancarlo Pellegrini, La chiesa di San Michele all’Adige, 2008