Sito archeologico del Giontech

Domus Romana

Mezzocorona

Domus Romana, sorge dove un tempo si trovava un piccolo villaggio, attraversato da quella che forse è la celebre Via Claudia Augusta.

DOMUS ROMANA

L’insediamento del Giontech, scoperto nell’ottobre del 1993, si estendeva su una superficie di oltre quattromila metri quadrati. Le ricerche archeologiche hanno consentito di ricostruire la storia di questo esteso abitato, databile tra il I e il VI secolo d.C., che si snoda attraverso successive fasi di sviluppo, di espansione, di contrazione e di abbandono.
Le prime tracce della presenza umana, databili al I secolo d.C., si riferiscono alla costruzione e all’uso di una strada con un orientamento sud-ovest/nord-est. Di questa importante via, larga circa 2,60 metri, sono stati rinvenuti cinque livelli stradali, alcuni dei quali conservano ancora le impronte delle ruote dei carri che vi circolavano. Il primo nucleo abitativo sorge intorno alla prima metà del II secolo d.C. ed è composto da abitazioni semplici poste a livello seminterrato. Intorno alla seconda metà del III secolo d.C. si verificano notevoli cambiamenti: in questo momento avviene la massima espansione dell’abitato, legato alla forte innovazione nella tecnica edilizia negli edifici. Nell’unico ambiente oggi visibile di uno di questi edifici è stato riportato in luce un sistema di riscaldamento ad aria calda (hypocaustrum). Questa, prodotta tramite un focolare costruito in un ambiente vicino, circolava sotto il pavimento rendendolo caldo.
Seppur la strada che lo attraversa continua ad essere l’arteria principale di comunicazione, a partire dal IV secolo l’abitato del Giontech inizia un lento declino, fino allo spopolamento nel VI secolo che, insieme all’esondazione del torrente Noce della fine dello stesso secolo, contribuì al danneggiamento e all’abbandono completo dell’insediamento.
Oggi, nel luogo dove sorge il sito archeologico, si trova la Domus Romana, struttura polifunzionale in cui è possibile vedere parte del sistema di riscaldamento a pavimento, spiegato da pannelli illustrativi.