Premi e riconoscimenti delle principali Guide del Vino 2022

riconoscimenti assegnati ai vini della Piana Rotaliana Königsberg

A fine anno si tirano le somme dell'anno che è stato, e con grande soddisfazione possiamo dire che i vini e le aziende vitivinicole della Piana Rotaliana Königsberg, il cuore vitato del Trentino, hanno ottenuto numerosi premi e riconoscimenti nelle guide e nei concorsi nazionali e internazionali.

Un buon vino non viene definito solo da premi e punteggi, ma le valutazioni e le recensioni di grandi esperti di settore danno di certo un valore aggiunto al lavoro svolto quotidianamente dai nostri produttori.

 

Guida vitae 2023

 

Guida Vitae 2023

 

Giunta alla nona edizione, la guida firmata dall’AIS vuole dare una fotografia del vino italiano valorizzando le competenze interne dell’Associazione stessa, facendo narrare ai Soci i territori vitivinicoli della Penisola. Sono più di 30.000 i vini degustati rigorosamente alla cieca da un migliaio di Sommelier. Tra questi sono 1.011 i vini premiati con le Quattro Viti.

Le Quattro Viti

  • MÜLLER THURGAU MONOGRAMMA 2019 - Pojer e Sandri 
  • TEROLDEGO GRANATO 2019 – Foradori
  • TEROLDEGO ROTALIANO DIEDRI RISERVA 2019 – Dorigati
  • TEROLDEGO ROTALIANO LE FRON 2019 - De Vescovi Ulzbach
  • TEROLDEGO ROTALIANO LUIGI RISERVA 2018 – Dorigati
  • TEROLDEGO ROTALIANO SUPERIORE GAIERHOF RISERVA 2018 - Gaierhof - Maso Poli
  • TEROLDEGO ROTALIANO SUPERIORE OTTAVIO RISERVA 2018 - De Vigili
  • TEROLDEGO ROTALIANO SUPERIORE SFERE NERE 2017 - Endrizzi Elio e F.lli 
  • TEROLDEGO ROTALIANO VIGILIUS 2019 - De Vescovi Ulzbach
  • TRENTO EXTRA BRUT LE GÉNÉRAL DALLEMAGNE RISERVA 2015 - Cantine Monfort - Maso Cantanghel

Tastevin

  • Trentino Teroldego Rotaliano Le Fron 2019 - De Vescovi Ulzbach

 

Slow Wine

 

Slow Wine 2023

 

Sono state 1371 le cantine recensite, 24.500 i vini assaggiati e migliaia di premi assegnati dalla guida Slow Wine 2023 di Slow Food. Tra questi, il più ambito dalle cantine è quello delle Chiocciole: quest'anno sono diventati 227 i vini italiani che hanno ottenuto questo prestigioso riconoscimento. Il simbolo viene assegnato per il modo in cui i vini “interpretano valori (organolettici, territoriali e ambientali) in sintonia con la filosofia di Slow Food e rispondono anche ai criteri del buon rapporto tra la qualità e il prezzo, tenuto conto di quando e dove sono stati prodotti”. 
Il simbolo della Bottiglia è utilizzato per quelle cantine la cui qualità dei vini è stata considerata come ottimale, mentre il simbolo della Moneta è attribuito a quelle produzioni di vini che presentano un ottimo rapporto qualità/prezzo.

Le Chiocciole

  • Pojer & Sandri - Faedo
  • Maso Furli - Lavis
  • Vignaiolo Fanti - Lavis
  • Foradori - Mezzolombardo
  • Redondel - Mezzolombardo

Le Bottiglie

  • Cantine Monfort - Lavis
  • Dorigati - Mezzocorona
  • Andrea Martinelli - Mezzocorona

Le Monete

  • La Vis - Lavis
  • Marco Donati - Mezzocorona

 

Bibenda

 

Bibenda 2023

 

Bibenda è la guida curata dalla F.I.S., la Fondazione Italiana Sommelier. L'edizione 2023, oltre ad eleggere i dieci migliori vini d'Italia, ha assegnato anche il massimo riconoscimento dei Cinque Grappoli ai vini che si sono contraddistinti perché hanno ottenuto un punteggio superiore a 91 su 100. 

Cinque Grappoli

  • CANTINE MONFORT - Trento Extra Brut Le General Dallemagne 2015
  • ENDRIZZI - Trento Brut Rosé Piancastello Riserva 2017
  • FORADORI - Granato 2019
  • MARCO DONATI - Teroldego Rotaliano Sangue di Drago 2019
  • MASO CANTANGHEL - Trentino Pinot Nero Vigna Cantanghel 2019

 

Novello Zeni

 

Miglior Novello d'Italia

 

Ad essere valutato il migliore dei 21 campioni di novello degustati alla cieca è stato il Novello di Teroldego 2022 IGT Vigneti delle Dolomiti dell'azienda agricola Zeni Roberto di Grumo (San Michele all'Adige), veterana della produzione di vino novello. Questa azienda rotaliana è stata una delle prime ad aver adottato già negli anni 80 la tecnica della macerazione carbonica in Italia e oggi punta in particolare sul vitigno Teroldego.
Il novello, ottenuto esclusivamente dalle uve dell’anno, si propone come ambasciatore della nuova annata, con caratteri di eleganza e piacevolezza senza alcuna sofisticazione. 

 

Top 100 Wines of The World

 

Top 100 Wines of The World 2022

 

La “Top 100 Wines of The World 2022” di James Suckling, uno dei critici più affermati a livello mondiale, è una classifica che a differenza di altre conta solo 11 vini italiani in lista. Tra questi anche il Teroldego Vigneti delle Dolomiti Granato 2019 dell'azienda agricola Foradori di Mezzolombardo, che ha raggiunto l'80esimo posto.

 

 

PIWI Wine Award International

 

Sono finiti i giorni in cui le viti PIWI venivano coltivate principalmente per motivi ambientali: ora ci sono tanti ottimi vini prodotti da queste varietà e numerosi viticoltori internazionali impegnati in questa direzione.
Al Piwi Wine Award International sono stati presentati in totale 185 vini, principalmente bianchi, ma anche rossi, rosati e spumanti. L’alto livello medio della classifica 2022 ha superato tutte le aspettative: la percentuale delle valutazioni Grand Gold e Gold è aumentata del 10% rispetto all’anno passato. 

Oro

  • Villa Persani - 2019 /can.di.do/ spumante metodo classico (Souvignier gris)

Argento

  • Villa Persani - 2021 Aromatta (Aromera, Souvignier gris , Jasmine VdT)

 

Golosaria Top Hundred

 

Vini Top Hundred - Golosaria

 

Lo storico riconoscimento di Golosaria ha annunciato i 100 migliori vini d’Italia, selezionati tutti gli anni da Paolo Massobrio e Marco Gatti. La peculiarità è che non vengono mai premiate le stesse cantine degli anni precedenti, e questo sforzo ha l'obiettivo di fotografare la grande varietà enologica e l’altissima qualità raggiunta dalla vitivinicoltura italiana. Per il Trentino è stato assegnato questo riconoscimento a Vigneti delle Dolomiti Pinot Grigio “Performance” 2018 di Villa Persani di Pressano (Lavis).

 

Vinibuoni d'Italia: le Corone assegnate ai vini della Piana Rotaliana Königsberg

 

Vinibuoni d'Italia

 

Unica nel panorama italiano e internazionale a dedicarsi solamente ai vini da vitigni autoctoni, cioè a quei vini prodotti al 100% da vitigni presenti da oltre 300 anni sul territorio, per valorizzare le radici locali e la tipicità. Ogni anno la guida seleziona i vini meritevoli della Corona, il massimo riconoscimento. Solo i vini che hanno superato i 90 centesimi nelle valutazioni hanno potuto concorrere a questa assegnazione.

Per i vini da vitigni autoctoni sono stati presi in considerazione dalla guida il Teroldego Rotaliano, la Nosiola e il Lagrein:

  • Bellaveder - 2019 TRENTINO DOC LAGREIN RISERVA MANSUM
  • Dorigati - 2018 TEROLDEGO ROTALIANO DOC RISERVA LUIGI VIGNA SOTTODOSSI
  • de Vescovi Ulzbach - 2019 TEROLDEGO ROTALIANO DOC VIGILIUS
  • Endrizzi - 2018 VIGNETI DELLE DOLOMITI IGT ROSSO GRAN MASETTO
  • Maso Poli - 2020 TRENTINO DOC NOSIOLA 
  • La-Vis - 2017 TRENTINO DOC LAGREIN GREGGI
  • Zanini - 2019 VIGNETI DELLE DOLOMITI IGT TEROLDEGO MILLE968
  • Zeni Roberto - 2020 TEROLDEGO ROTALIANO DOC LE ALBERE

Un'altra tipologia premiata è stata quella dei perlage metodo classico:

  • Roverè della Luna Aichholz - 2015 TRENTO DOC RISERVA EXTRA BRUT VERVE'
  • Endrizzi - 2018 TRENTO DOC RISERVA PIANCASTELLO BRUT
  • Zeni Roberto - 2016 TRENTO DOC MILLESIMATO EXTRA BRUT BLANC DE NOIR MASO NERO

 

Credits: Wine Hunter Award

 

The Wine Hunter Award

 

Quest’anno ben 27 vini del nostro territorio sono stati classificati fra i migliori dal "The WineHunter Award", premio di eccellenza legato al Merano Wine Festival ed assegnato annualmente da una commissione di esperti a prodotti vitivinicoli e culinari che raggiungono un punteggio minimo di 90 punti su 100, garantendo quindi al consumatore finale la qualità superiore del vino. Il punteggio assegnato si articola poi in 3 fasce: Platinum (96 punti su 100), Gold (tra 93 e 95.99 su 100) e Rosso (tra 90 e 92.99 su 100).

Platinum

  • Rotaliana - 2012 R TRENTO RISERVA BRUT DOC

Gold

  • La Vis - 2020 CLINGA GEWÜRZTRAMINER TRENTINO DOC
  • Rotaliana - 2020 CLINGA GEWÜRZTRAMINER TRENTINO DOC
  • Pojer e Sandri - 2019 MERLINO VIGNETI DELLE DOLOMITI VINO LIQUOROSO IGT
  • Endrizzi - 2017 PIANCASTELLO ZERO TRENTO MILLESIMATO RISERVA BRUT NATURE DOC
  • Rotari - 2014 ROTARI FLAVIO TRENTO RISERVA METODO CLASSICO BRUT DOC
  • Roverè della Luna Aiccholz - 2015 VERVÈ TRENTO MILLESIMATO RISERVA EXTRA BRUT DOC
  • Monfort - Senza Annata MONFORT TRENTO ROSÈ METODO CLASSICO BRUT DOC

Rosso

  • Rotaliana - Senza Annata R TRENTO ROSÈ BRUT DOC
  • Maso Poli - 2016 MASO POLI TRENTO RISERVA METODO CLASSICO BRUT DOC
  • Pojer e Sandri - SPUMANTE ROSE VIGNETI DELLE DOLOMITI METODO CLASSICO BRUT IGT
  • Endrizzi - 2016 GRAN MASETTO VIGNETI DELLE DOLOMITI TEROLDEGO IGT
  • Endrizzi - 2017 PIANCASTELLO TRENTO MILLESIMATO RISERVA BRUT DOC
  • Rotari - 2016 ALPEREGIS TRENTO METODO CLASSICO BRUT NATURE DOC
  • Rotari - 2016 ALPEREGIS TRENTO METODO CLASSICO EXTRA BRUT DOC
  • Rotari - 2017 ALPEREGIS TRENTO ROSÈ METODO CLASSICO BRUT DOC
  • Rotari - 2016 ALPEREGIS TRENTO METODO CLASSICO BRUT DOC
  • Roverè della Luna Aichholz - 2019 VIGNA RIGLI TRENTINO SUPERIORE DOC
  • Roverè della Luna Aichholz - 2018 VERVÈ TRENTO MILLESIMATO BRUT DOC
  • Monfort - 2015 LE GÉNÉRAL DALLEMAGNE TRENTO RISERVA MILLESIMATO EXTRA BRUT DOC
  • Donati Marco  - 2019 SANGUE DI DRAGO TEROLDEGO ROTALIANO DOC
  • Donati Marco - 2020 TRENTINO VENDEMMIA TARDIVA GEWÜRZTRAMINER SUPERIORE DOC
  • Pojer e Sandri - 2019 MÜLLER THURGAU MONOGRAMMA VIGNETI DELLE DOLOMITI RISERVA IGT
  • Villa Persani - 2019 MÜLLER THURGAU MONOGRAMMA VIGNETI DELLE DOLOMITI RISERVA IGT
  • Roverè della Luna Aiccholz - 2018 VERVÈ TRENTO ROSÈ MILLESIMATO BRUT DOC
  • Eredi di Cobelli Aldo - 2016 ALDO TRENTO BRUT NATURE DOC
  • Monfort - Senza Annata MONFORT CUVÉE '85 TRENTO METODO CLASSICO BRUT DOC

 

The Champagne & Sparkling Wine World Championships

 

The Champagne & Sparkling Wine World Championships

 

Il più autorevole concorso al mondo sugli spumanti creato da Tom Stevenson, uno dei più noti degustatori nel panorama delle bollicine, premia ancora una volta le case spumantistiche trentine e i loro Trento Doc.  La competizione internazionale ha contato un totale di 650 partecipanti da 16 diversi Paesi del mondo e l’attribuzione di 185 medaglie. Le bollicine di montagna sono risultate il terroir più premiato con 22 medaglie d’oro e 47 d'argento. Questo risultato di certo riafferma l’unicità del nostro territorio e contribuisce a rafforzare la reputazione del marchio a livello nazionale e internazionale: Trentodoc infatti ha superato non solo tutti gli spumanti italiani, ma anche quelli di tutte le regioni spumantistiche del mondo, con la sola eccezione della Champagne.

Gold

  • Cantina Rotaliana - 2012 R RiservaEndrizzi
  • 2017 Piancastello Riserva
  • Monfort - NV Rosè
  • Rotari - 2014 Alperegis Extra Brut Magnum
  • Rotari - NV Rosè

Silver

  • Cantina Rotaliana - NV R Extra Brut
  • Endrizzi - 2017 Piancastello Zero
  • Maso Poli - 2015 Riserva
  • Monfort - NV Cuvée 85
  • Monfort - NV Cuvée 85 Magnum
  • Monfort - 2015 La Generale Dallemagne Extra Brut
  • Ress - NV Maria Rosa Rosè
  • Rotari - NV Cuvée 28 Brut Magnum
  • Rotari - NV Cuvée 28 Rosè
  • Rotari - 2015 Alperegis Extra Brut
  • Rotari - 2016 Alperegis Rosè
  • Rotari - 2015 Alperegis Extra Brut Rosè Magnum
  • Rotari - 2014 Alperegis Pas Dosè Magnum
  • Rotari - 2013 Flavio
  • Roverè della Luna Aichholz - 2015 Riserva Extra Brut Vervè
  • Roverè della Luna Aichholz - 2018 Verve Rosè


Un grande plauso a tutte le nostre aziende premiate!

Vi aspettiamo in Piana Rotaliana Königsberg per poter degustare questi ed altri vini direttamente in cantina!